East e West USA in 19 giorni

Un itinerario di 19 giorni diviso in due parti, che vi permetterà di immergervi nella storia degli Stati Uniti e che poi vi porterà alla scoperta del vecchio West.
Tutto inizia con alcune città importanti dell’est come Washington D.C. la capitale degli Stati Uniti, la città nata alla fine della guerra d’indipendenza; Springville in Pennsylvania, dove è stata combattuta durante la guerra di secessione la battaglia di Gettysburg e infine New York, la grande mela, la metropoli simbolo dell’eccesso Americano. Una deviazione poi, vi porterà ad ammirare un fenomeno naturale come le famose cascade del Niagara.
La seconda parte, invece, incentrato nel famoso West USA dove i must californiani la faranno da padrone. San Francisco e la sua baia, uno dei porti naturali più belli del mondo ed una città culturalmente ricca ed emozionante; i National Park e i gioielli lungo la scenografica costa californiana fino a San Diego, con le sue famose spiagge fino al confine messicano, attraversando Los Angeles, mecca del cinema e dello shopping. Ed Ovviamente, non può mancare Las Vegas, la città del peccato.

Giorno 1: ITALIA – NEW YORK (4 notti)

Partenza dall’Italia e arrivo a New York. A seconda dell’orario di arrivo valutate se riposare o cominciare la visita della città.

Giorno 2, 3, 4: ITALIA – NEW YORK

New York, “The Big Apple“, la città più emozionante nel mondo! Tre intere giornate a disposizione per vivere la meravigliosa New York: una città vibrante che non dorme mai, la città più sfrenata, abbagliante e colorata, stravagante e sfacciata, multietnica e capricciosa degli States. Qui troverete moltissimi teatri ed esposizioni, una collezione di musei di livello internazionale, una scelta infinita di ristoranti e di negozi per lo shopping. Godetevi un giro in carrozza attraverso Central Park, oppure la vista incredibile dello skyline di Manhattan da Brooklyn o ancora lo scintillio di Times Square e delle luci di Broadway.

new york - freedom tower skyline new york city - central park New York City - Time Square

Giorno 5: NEW YORK – NIAGARA (KM. 658)

Ritiro dell’autovettura in città e partenza per le cascate del Niagara (in inglese Niagara Falls). Lungo il percorso attraverserete la valle dell’Hudson e le leggendarie Montagne Catskill, sulla strada di Corning. Proseguite verso le fantastiche cascate al confine col Canada.

Giorno 6: NIAGARA FALLS – SPRINGVILLE (NY) (87 KM)

Giornata da dedicare alle meravigliose cascate del Niagara. Benché le cascate del Niagara non siano le più grandi del mondo, sono certamente un grandioso spettacolo naturale, che si può ammirare sia dal lato canadese che da quello americano, o seguendo i numerosi
sentieri panoramici. Consigliamo di partecipare ad un’escursione a bordo delle Maid of the Mist: imbarcatevi sul battello per una breve ed entusiasmante crociera sotto le cascate “Horseshoe Falls”. Nel tardo pomeriggio o in serata, partenza e pernottamento lungo la strada per Washington D.C..

Cascate del niagara - Canada USA

Giorno 7: SPRINGVILLE – WASHINGTON D.C. (560 KM)

La via verso Washington D.C. vi permetterà di attraverserete lo stato della Pennsylvania, dove potrete imbattervi nella comunità degli Amish, il cui stile di vita di queste persone rende quest’area davvero particolare.
Gli amanti della storia Americana saranno poi soddisfatti di passare per il celeberrimo campo di battaglia della Guerra Civile di Gettysburg. Nella guerra di secessione la battaglia di Gettysburg (1-3 luglio 1863) fu una netta vittoria delle forze dell’Unione e mise disastrosamente fine alla campagna confederata del 1863, ma alla fine degli scontri circa 150.000 soldati di entrambi i fronti restarono uccisi. Un cimitero commemora questa sanguinosa battaglia.
Arrivo in serata a Washington D.C., Capitale degli Stati Uniti d’America, cuore politico e capitale della nazione.

Giorno 8: WASHINGTON D.C.

L’intera giornata sarà dedicata all’esplorazione della capitale e i suoi luoghi storici come: il Capitol Building (il Campidoglio), The White House (La Casa Bianca), Georgetown, il Lincoln Memorial, il Jefferson Memorial e molto altro.
Da non perdere il complesso di musei di Smithsonian, il deposito dei tesori storici Nationali e l’Arlington Cemetery, dove si trova la tomba di John F. Kennedy.

Washington D.C. - USA Lincoln Memorial - Washington D.C. The White House - Washington D.C.

Giorno 9: WASHINGTON D.C. – SAN FRANCISCO (volo di trasferimento)

Arrivo in aeroporto e riconsegna auto. Partenza con il volo di trasferimento per San Francisco: una città ricca di colline e caratterizzata dalla sua splendida baia. Prendete un tram per la famosa Lombard Street o Fisherman’s Wharf. Visiterete Chinatown, Union Square e le strade caratteristiche dei sobborghi etnici della città.

Giorno 10, 11: SAN FRANCISCO

Avrete due intere giornate per esplorare San Francisco e tutto ciò che circonda la sua famosa baia.
San Francisco è una città ricca di colline e caratterizzata dalla sua splendida baia. Sorge sulla punta di una penisola lunga 50 km, nella California settentrionale, con l’Oceano Pacifico a ovest e la Baia di San Francisco a nord e a est. San Francisco è una delle molte città che sorgono nella zona della baia; tra le altre ci sono Oakland (a est oltre il Bay Bridge), Berkeley (appena a nord di Oakland) e San Jose (a un’ora di automobile e a sud-est di San Francisco, vicino all’estremità meridionale della baia). Marin County e Wine Country si trovano a nord, dall’altra parte del Golden Gate Bridge.
La parte più turistica della città si trova tra Van Ness Avenue, Market Street e l’Embarcadero. A sud di Market Street si trova SoMa, una zona in costante ascesa nella scala sociale, con bar e discoteche, che si estende a sud-est fino al confine con Mission, il quartiere latino della città, e il quartiere di Castro, il centro omosessuale della città. La parte occidentale, che si estende da Van Ness Ave all’Oceano Pacifico, comprende quartieri aristocratici, come Marina e Pacific Heights, zone abitate da varie etnie, come i quartieri di Richmond e Sunset, e il quartiere di Haight Ashbury, segnato dal tempo. In questa zona si trovano inoltre tre grandi parchi cittadini, il Presidio, il Lincoln Park e il Golden Gate Park. Percorrendo la 49-Mile Drive si possono vedere quasi tutte le attrazioni principali della città.
Avrete inoltre, la possibilità di partecipare ad un tour in barca per l’isola di Alcatraz e fare uno dei giri avventurosi su uno dei famosi tram. Se desiderate potete prenderete inoltre il traghetto per Sausalito per ammirare il luogo dove gli artisti espongono le loro opere lungo la baia. Infine, percorrendo un piccolo tratto potrete raggiungere i famosi Muir Woods.

Golden Gate San Francisco

Giorno 12: SAN FRANCISCO – LAS VEGAS (volo di trasferimento)

Arrivo in aeroporto. Partenza con il volo di trasferimento per la favolosa città del divertimento: Las Vegas, la città dove non si dorme mai.
Ritiro dell’autovettura in aeroporto. Una volta arrivati a Las Vegas potrete percorrere tutta la Strip e ammirare i numerosi hotel della città che insieme ai molteplici spettacoli e casinò di Las Vegas vi lasceranno senza fiato.
Per altre informazioni riguardo la “Sin City” (“Città del peccato” o “Città del vizio“), vi rimandiamo alle altre sezioni del sito ed in particolare, alla pagina cosa vedere a Las Vegas.

Giorno 13: LAS VEGAS – DEATH VALLEY (240 KM) – LAS VEGAS

Giornata a disposizione per visitare il National Park Death Valley. Visitate il fantastico Death Valley National Park, che si trova tra due catene montuose, nella zona sud-est della California, e offre un paesaggio surreale: una landa desertica caldissima, dove sorgono sorprendentemente delle piante grasse, dove vivono numerose specie di animali e con un paesaggio costituito da laghi salati, dune di sabbia dorata e rocce dai colori vivaci.
Al suo interno si trova il punto più basso del mondo, BadWater, a 86 metri ad di sotto del livello del mare. Altre destinazioni interessanti sono la Furnace Creek sulla Route 190, dove c’è l’Artist’s Palette, una zona caratterizzata da depositi minerali di colore verde, rosso e giallo, lo Zabriskie Point, reso celebre dall’omonimo film di Michelangelo Antonioni, e il Dante’s View, caratterizzato da un paesaggio infernale.

zabriskie point death valley national park california

Giorno 14: LAS VEGAS – GRAND CANYON (Km. 444)

Giornata a disposizione per fare un’escursione al Grand Canyon West Rim con il suo famoso Skywalk (molto più vicino e facilmente raggiungibile da Las Vegas rispetto alla classica entrata South Rim). Il Grand Canyon si è formato per l’erosione esercitata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, è una tappa d’obbligo per chi vuole ammirare le bellezze dell’Ovest.
Se volete, invece, allontanarvi da Las Vegas potete fare come la maggior parte dei visitatori del parco e arrivare al South Rim, lungo la strada statale 64 dell’Arizona.
I tour nel margine occidentale del Grand Canyon propongono moltissime attività, tra cui voli in elicottero sul Grand Canyon fino in fondo al canyon, escursioni nel margine occidentale per visitare lo Skywalk, gite in barca sul fiume Colorado, tour in Hummer ed escursioni guidate a cavallo lungo il margine occidentale del canyon. L’UNESCO ha inserito il parco tra i Patrimoni dell’umanità. Il Grand Canyon – che in realtà è un esteso sistema di canyon collegati – non è il più grande, né il più profondo canyon del mondo, ma è considerato prezioso per la combinazione di grandezza, profondità ed esposizione delle stratificazioni colorate di rocce che risalgono al periodo Precambriano. Venne creato principalmente dal sollevamento tettonico dell’Altopiano del Colorado, e dall’erosione da parte del fiume Colorado e dei suoi affluenti. È noto anche come uno degli altipiani americani.

Giorno 15: GRAND CANYON – KINGMAN – LAUGHLIN (Km. 346)

Prima di muovervi verso Laughlin, vi suggeriamo di alzarvi presto e cogliere l’occasione per guardare l’alba sopra il Grand Canyon, un’opportunità unica nella vita che non dovrebbe essere persa!
Dopo questo spettacolo della natura, vi spettano gli incredibili panorami lungo la strada verso Kingman. Tra queste, vi consigliamo di visitate il Montezuma Castle Nazional Monument, dove si può ammirare una delle abitazioni rupestri meglio conservate in Nord America; Sedona, una pittoresca città, circondata da ricchi monoliti di roccia rossa che si innalzano sopra la città e la vicina Oak Creek Canyon, le cui densa gola boschiva è nota per le sue formazioni di roccia colorata.
Una volta giunti a Kingman imboccherete ed inizierete a viaggere lungo la leggendaria Route 66. Qui, percorrerete il tratto più lungo che rimane di questo percorso storico per Seligman, una volta la località di riferimento per chi attraversava la Route 66.
Alla sera giungete a Laughlin che si trova sulle sponde del fiume Colorado. E’ una cittadina dedicata alle scommesse ed offre un assaggio di Las Vegas senza lo sfarzo, il traffico e i prezzi esorbitanti. Oltre al gioco d’azzardo, Laughlin offre gite in barca, nuoto, pesca sportiva, sci d’acqua e altri sport sul fiume Colorado, ma ha anche lo splendido lago Mojave.
Chi desidera un assaggio del Far West potete fare una tappa nella vicina Oatman, cittadina che ha oltre 100 anni e dope potete per assistere alla rappresentazione di uno scontro a fuoco e per scolarsi una birra in un saloon vecchio stile.Se qualcuno volesse fare delle escursioni a piedi c’è il Grapevine Canyon, noto per le rappresentazioni degli indiani vecchie circa 800 anni e intarsiate nella roccia.

Colorado Belle Hotel and Casino - Laughlin Nevada USA

Giorno 16: LAUGHLIN – SAN DIEGO (550 KM)

Attraversate il Mojave Desert e fino a raggiungere Barstow, qui potrete fare una sosta al Factory Outlet di Barstow, famoso centro commerciale dove é possibile trovare tutte le migliori marche.
Se volete potete fare una deviazione verso la soleggiata Palm Springs, un’oasi nel deserto. Qui, potrete camminare lungo le strade fiancheggiate da palme, o entrare nei numerosi negozi, gallerie d’arte e musei. E’ un’oasi di campi di golf e altre attività, nel cuore della Cochella Valley. Vi consigliamo di fare anche una sosta al Desert Museum per poter apprendere come è la flora e la fauna di quest’area.
Infine, giungete a San Diego in serata.

Palm Springs - California USA

Giorno 17: SAN DIEGO – LOS ANGELES (205 KM)

Dedicate tutto il giorno alla città di San Diego. San Diego è una citta moderna, con un bellissimo skyline, spiagge, un’animata vita culturale, tanto divertimento e molti luoghi che vale la pena di visitare. C’è anche una parte antica dell’abitato, la Old Town, con alcuni edifici in stile coloniale, la basilica San Diego de Alcalà e il grande mercato Bazar del Mundo. La Downtown, diversamente da altre città americane, è animata sia di giorno che di notte, vista la presenza di tanti locali, negozi e ristoranti.
In serata muovetevi verso la “Città degli Angeli”, Los Angeles.

Giorno 18: LOS ANGELES

Giornata dedicata alla città di Los Angeles. Los Angeles chiamata anche “The City of Angeles”, la città degli Angeli o anche più familiarmente LA è una città unica al mondo. La sua area metropolitana copre un triangolo vasto come Torino, Genova, Milano cioè ben 130 km x 80 km e al suo interno convive un’incredibile varietà di razze, culture, lingue, religioni, cucine, paesaggi… o come dicono qui un vero “melting pot”. Il fascino di questa città è in gran parte legato alle leggende e alla storia del cinema e del mondo dello spettacolo. L’ultimo giorno vi recate in aeroporto dove lascerete l’auto e prenderete il volo di ritorno.
Le attrazioni più note di Los Angeles sono, oltre alle lunghe spiagge del Pacifico, il quartiere di Hollywood, i negozi di Rodeo Drive e le ville dei divi dello spettacolo a Beverly Hills, Bel Air e Malibu e i parchi tematici di Disneyland (che in realtà si trova nella città di Anaheim nella confinante Contea di Orange), la casa di Mickey Mouse, luogo di fantasia e magia, gli Universal Studios e Paramount.
Ma probabilmente il modo più originale di fare il turista a Los Angeles è quello di riconoscere sparse per la città le location di tutti i più celebri film e telefilm americani, senza dimenticare il famoso Grauman’s Chinese Theatre. Da non dimenticare è il quartiere di Venice Beach, conosciuto non solo per i negozi affacciati sulla spiaggia, ma anche per un percorso di piste ciclabili e per i numerosi artisti di strada. Hale House, situata a nord-est della città, viene definita “la casa più fotografata della città” da Jack Smith, e nel 1972 è stata inserita nel National Register of Historic Places. Il luna park posto sul molo di Santa Monica è uno dei ritrovi più frequentati e uno dei più grandi al mondo su palafitte.

los-angeles-skyline

Giorno 19: LOS ANGELES – ITALIA

Arrivo in aeroporto e riconsegna auto. Aereo di rientro in Italia.